Dal 1947 una storia
di successi

Fu Duilio Corte, già affermato commerciante di ferro, ad acquistare il terreno per un nuovo magazzino in zona industriale di Tavagnacco (dove ancor oggi è situata la sede storica e legale della Corte srl).

Su quel terreno i figli Laura e Roberto costruirono nel 1972 lo stabilimento con uno dei primi impianti automatici fi ssi sul territorio nazionale, per il taglio ed il condizionamento dei rottami di ferro.

Nel 2003, con lo spirito imprenditoriale di sempre, i fratelli Corte hanno acquistato dal Ministero della privatizzazione della Serbia una delle più conosciute società commerciali del settore, con magazzini per la raccolta ed il trattamento del rottame di ferro, metalli e di altri materiali riciclabili (carta, plastica, ecc.). Lo stabilimento è attrezzato con macchinari per la movimentazione ed il trasporto di tutti i materiali riciclabili e con un impianto fisso per la cesoiatura ed il condizionamento del rottame di ferro.

Nel 2005 la società costruisce un nuovo stabilimento nella zona industriale di Buia (Udine), con utilizzo del raccordo ferroviario linea Osoppo, Zona Industriale.